Un indice di riferimento alternativo per monitorare la fatica

Ora è possibile ottenere molte informazioni a casa, inclusi il conteggio dei passi, le calorie bruciate, il peso, la pressione sanguigna e il battito cardiaco, ecc. Sei in grado di avere una comprensione più avanzata dello stato del tuo corpo. I corridori possono utilizzare la frequenza cardiaca a riposo e altri valori per valutare lo stress derivante dall’allenamento. Il tema introdotto qui ” Variabilità della frequenza cardiaca (di seguito denominata HRV) ” è anche un fattore di riferimento per la valutazione dell’affaticamento fisico.

Che cos’è l’HRV?

Il cuore non batte in uno schema regolare come il metronomo. HRV rileva la differenza di tempo tra ogni battito. Questo è principalmente controllato dal sistema nervoso autonomo , che è diviso in due parti, sistema nervoso simpatico e sistema nervoso parasimpatico .

Molti stati fisici, inclusi respirazione, pressione sanguigna e digestione, ecc., sono controllati da esso. Quando lo stato del corpo è più urgente, il sistema nervoso simpatico è più attivo, mentre il sistema nervoso parasimpatico assume la maggior parte delle parti quando il corpo è in uno stato rilassato. Nell’elettrocardiogramma, è suddiviso in onde PQRST, tra le quali la distanza tra due onde R è chiamata intervallo R-R. HRV è la variabilità calcolata tra diversi intervalli R-R .

La frequenza della respirazione cambia il volume del sangue centrale, che a sua volta cambia l’intervallo R-R. Più semplicemente, l’HRV cambia in base all’interazione tra il sistema nervoso simpatico e il sistema nervoso parasimpatico e può essere utilizzato per valutare ulteriormente lo stato di affaticamento fisico e lo stress.

Come misurare l’HRV?

I metodi di misurazione dell’HRV si dividono principalmente in analisi nel dominio del tempo e analisi nel dominio della frequenza . L’analisi nel dominio del tempo utilizza principalmente la matematica per calcolare la variabilità tra diversi intervalli R-R. Il metodo di registrazione è relativamente semplice.

I comuni orologi con cardiofrequenzimetro dotati di programmi che supportano la variabilità respiratoria possono essere utilizzati per misurare. L’analisi nel dominio della frequenza calcola i risultati utilizzando la trasformata di Fourier attraverso la differenza nei domini della frequenza del sistema nervoso simpatico e del sistema nervoso parasimpatico.

In passato, Garmin rilevava i valori HRV attraverso la fascia di frequenza cardiaca, ma gli utenti dovevano affrontare il disagio della fascia di frequenza cardiaca. Ora puoi scaricare l’app tramite il negozio Garmin Connect IQ e utilizzare la frequenza cardiaca ottica da polso per eseguire la misurazione HRV.

L’HRV è ora considerato un potenziale fattore di riferimento per molte malattie cardiache ed è anche una valutazione della prognosi della cardiochirurgia. Durante l’allenamento, questo può essere utilizzato come monitoraggio della fatica fisica e dello stress.

Quando il sistema nervoso simpatico è più attivo, il cuore batte regolarmente a un ritmo più veloce e quando il sistema nervoso parasimpatico è più attivo, il risultato è l’opposto. Pertanto, durante l’affaticamento o lo stress, il valore HRV mostrato sarà inferiore al normale (il valore di riferimento di ogni persona è diverso).

Quanto segue è la misurazione effettiva del monitoraggio HRV che ho eseguito utilizzando l’app HR Variability insieme alla frequenza cardiaca ottica Forerunner 935. Questo è principalmente diviso in dopo il risveglio (AWU), prima di andare a letto (BB) e dopo l’esercizio (AE) .

Possiamo vedere che l’indice HRV dopo l’esercizio è significativamente più basso, indicando che l’esercizio corrente in quel momento esercita una certa pressione sul corpo. Quando l’intensità dell’esercizio cambia, provoca diversi livelli di pressione. Quindi, come dovremmo valutare come i nostri corpi si stanno riprendendo dopo l’allenamento?

Dal grafico a linee, abbiamo scoperto che una certa quantità di pressione viene esercitata sul corpo dopo l’esercizio, che a sua volta si riflette sui cambiamenti dell’HRV. Successivamente, col passare del tempo, ritorna gradualmente alla linea di base e ritorna al punto più alto dopo il sonno.

Dal grafico, abbiamo potuto vedere che dopo aver sperimentato la pressione dopo il primo esercizio, il corpo ritorna gradualmente al punto di riferimento. Dopo la seconda corsa, l’HRV è leggermente diminuito, il che indica che fare jogging dà ancora una leggera pressione al corpo. Il valore ritorna alla base dopo la sospensione.

La nuova versione dell’app HRV può effettuare la misurazione in qualsiasi momento utilizzando la frequenza cardiaca ottica da polso. Rispetto allo Stress Test HRV integrato negli orologi in cui è necessario indossare la fascia cardio, questa nuova versione sembra essere più conveniente. I dati ottenuti nella nuova app sono dati grezzi, mentre lo Stress Test HRV mostra l’indice di stress dopo il calcolo.

Oltre alla frequenza cardiaca a riposo, l’HRV può anche essere utilizzato come fattore di riferimento nella valutazione della fatica, soprattutto applicandolo alla nostra vita quotidiana e non limitandolo al solo alzarsi dal letto.

Usando me stesso come esempio, posso valutare il recupero dallo stress del corpo dopo l’allenamento come riferimento quando eseguo la mia seconda corsa pomeridiana. Tuttavia, proprio come il battito cardiaco, tutti sono unici in termini di HRV. Puoi raccogliere i tuoi dati a lungo termine per stabilire il tuo valore di riferimento, ma non confrontarli con gli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *